Storia

La storia del GRUPPO FINCIBEC comincia negli anni Cinquanta a Sassuolo dove, nel primo stabilimento di via Magellano, oggi sede di FINCIBEC Campus, inizia la produzione di piastrelle in gres ceramico porcellanato. Un materiale all’avanguardia che si distingueva nettamente rispetto alla produzione ceramica tradizionale del tempo, orientata al maiolicato smaltato in bicottura.

È dello stesso periodo l’introduzione, nel ciclo produttivo di FINCIBEC, delle macchine di decorazione automatica e dell’atomizzazione, tecnologia allora sconosciuta e oggi utilizzata universalmente, ritenuta indispensabile per realizzare ceramica di qualità.

All’inizio degli anni Settanta, sempre nello stabilimento di via Magellano, viene introdotta la produzione di pavimento in monocottura chiara ingeliva (il gres ceramico smaltato); questa innovazione è destinata a rivoluzionare, nel giro di pochissimi anni, l’intero settore ceramico italiano e mondiale.

Nel 1981 inaugura lo stabilimento di Sassuolo Casiglie, allestito per fare fronte alla inarrestabile crescita della domanda di pavimenti in monocottura.

L’espansione prosegue negli anni Novanta con l’entrata in funzione dello stabilimento di Solignano (Mo), specializzato nella produzione di piastrelle da rivestimento su pasta bianca e dello stabilimento di Roteglia (Re), dedicato alla produzione di gres fine porcellanato tecnico.

Per rispondere alle sfide progettuali dell’architettura contemporanea il GRUPPO FINCIBEC ha creato 2 nuovi brand FIRE FINCIBEC e OVER FINCIBEC, specializzati nella creazione di grandi lastre ceramiche. Attraverso due imponenti formati, 160×320 cm e 120×260 cm, propongono soluzioni originali e versatili, tecnologicamente evolute ed esteticamente ricercate, con la garanzia della qualità che la ricerca e sviluppo FINCIBEC offre da oltre 60 anni.